Al termine della vittoriosa battaglia, i soldati festeggiano nella corte del palazzo reale. Fra loro il Guerriero resta in disparte. Il Re coglie l’occasione per avvicinarlo e impartire l’ordine d’andare a prendere la Dama, promessa sposa del principe ereditario.

Ordine e follia

suoni danza libera via
bianca luce come fuoco
pelle umida scivola giù
scalzi piedi si muovono
voci di donne curano chi
solo sta con sé
fumo avvolge nella sua densità
musica nero cielo
respiro senza rumore
assente il suono delle parole
non la gloria o destinazione
scorrere è Vita
lento tra la polvere e il fumo
sfiora fiamme nude
scivolando senza fare rumore
nero l’aria colora
è vortice / fulmine / ordine
espressione di sé
cardine / demone / termine
desiderio di sé
giudice / retore / ostile
prepotenza di Re
alchemica verde guarda pura armonia nuda follia
artefice si riacciglia grano dorato bianco perlato
oscurità cupa scende sotto le porte della nuova corte
eufonica si diffonde fuoco s’accende mente s’arrende

Share